Raffaella Milanesi

Soprano italiano, completa i suoi studi musicali a Roma, sua città natale, all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in 1997.

Da allora inizia subito una brillante carriera che la porta ad interpretare numerosi ruoli operistici, tra cui: Ottavia nell’Incoronazione di Poppea di Monteverdi, Cleopatra nel Giulio Cesare di Handel, Euridice ne L’anima del filosofo di Haydn, Elettra nell’Idomeneo di Mozart, Donna Anna in Don Giovanni, Susanna in Le Nozze di Figaro, Tamiri e Aminta ne Il Re Pastore, Servilia ne La Clemenza di Tito, Norina in Don Pasquale di Donizetti e Musetta ne La Bohème di Puccini.

Si esibisce regolarmente nei teatri d: Amsterdam, Anversa, Bordeaux, Bruxelles, Losanna, Lussemburgo, Madrid, Montpellier, Parigi, Salamanca, Toulouse, Vienna, ed in prestigiosi Festival come Ambronay, Beaune, Eisenstadt, Innsbruck, Montpellier e Potsdam.

Per la sua peculiare vocalità e le sue doti interpretative, artista senza etichette, spazia da anni brillantemente dal repertorio barocco a quello classico, avvalendosi di collaborazioni musicali importanti come C.Rousset, G.Antonini, F.Biondi, M. Minkowski, R.Alessandrini, A.Marcon, A. Fischer, O.Dantone, A.De Marchi, J.Rhorer, T.Currentzis, D.Stern, D.Renzetti, N.Luisotti. Apprezzata da registi del calibro di Pier Luigi Pizzi, Daniele Abbado, Filippo Crivelli, Robert Wilson, Emilio Sagi, Karl- Ernst e Ursel Hermann, si esibisce in teatri quali La Fenice di Venezia, La Scala, Il San Carlo di Napoli, Il Grand Théâtre de Geneve, La Monnaie di Bruxelles, il Theater an der Wien, Théâtre du Châtelet di Parigi, lʼ Opera de Liége e de Strasbourg

Tra i suoi ultimi impegni: Berenice di Haydn in concerto con Christoph Poppen ed Andreas Spering, Salustia di Pergolesi a Jesi e Montpellier (registrata dal vivo su dvd), Clorinda ne La Cenerentola di Rossini al Grand Theatre de Genève ed alla Monnaie di Bruxelles (diretta da Marc Minkowski), Donna Anna in Don Giovanni a Montpellier, Sandrina nell’Infedelta delusa di Haydn a Potsdam, Silvia ne L’isola disabitata di Haydn con Alessandro de Marchi alle Innsbrucker Festwochen, Proserpina ne L`Orfeo di Monteverdi alla Scala di Milano in una nuova produzione con Rinaldo Alessandrini e Robert Wilson, Zerlina in Don Giovanni al Grand Theatre de Geneve.

La sua discografia include: La Capricciosa corretta (Cilia) e La grotta di Trofonio (Ofelia) con Christophe Rousset per Naïve ed Ambroisie; Il Re Pastore (Tamiri), Idomeneo (Elettra) e La Clemenza di Tito (Annio) con Adam Fischer e la Danish Radio Sinfonietta; Cantate Italiane di Handel con Fabio Bonizzoni e La risonanza; Tolomeo e Alessandro (Alessandro) con Alan Curtis (per la Decca).

Tra i suoi prossimi impegni: Il ritorno di Ulisse in patria (Giunone) al Teatro alla Scala di Milano diretta da Rinaldo Alessandrini con la regia di Robert Wilson, San Guglielmo d’Aquitania al Festival Pergolesi di Jesi ed a Poissy diretta da Christophe Rousset, Olimpiade (Asteria) di Pergolesi alle Insbrucker Festwochen, al Theater an der Wien e a Torino diretta da Alessandro De Marchi.

Fra i suoi fiori allʼocchiello: Alcina al festival barocco di Shanghai, Sifare nel Mitridate re di Ponto di Mozart al Drottningholm Opera Festival, La Contessa dʼAlmaviva con Theodor Currentzis, il suo Megacle in Olimpiade di Mislyvecek e nella sua importante discografia, il Diapason dʼOr con il suo Sesto in Clemenza di Tito di Gluck e il Grammy Award per Il Teuzzone con J. savall. Fra gli ultimi successi: Maria Maddalena in Resurrezione di Handel a Praga e Dresda e Maria Vergine ne La Vergine Addolorata di Scarlatti alla Staats Oper di Berlino. Recentemente ha interpretato Artemisia ne “Il Trespolo Tutore” di Stradella con Andrea De Carlo al teatro Carlo Felice di Genova, Filidea al Theater An Der Wien per l’opera in prima esecuzione mondiale Zenobia di T. Albinoni, con Marcello di Lisa ed ha preso parte al Vespro della Beata Vergine di Monteverdi diretto da Giordano Antonelli nel Duomo di Napoli e nella Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma.