Pietro Meldolesi

Nato nel 1962 si è diplomato in Violino nel 1985 con A. M. Cotogni e si è successivamente perfezionato con C. Romano. Ha poi approfondito la sua formazione in ambito strumentale e pedagogico seguendo corsi di Metodo Aberastury con N. Eidler. 

Diplomato in Flauto Dolce nel 1995, dalla fine degli anni ’90 si è dedicato prevalentemente alla musica antica collaborando, come flautista dolce violinista e violista, con importanti complessi specializzati quali Concerto Italiano, Insieme Strumentale di Roma, Modo Antiquo, Accademia per Musica, Il Complesso Barocco, l’Ensemble Aurora ed altri. 

Ha suonato in importanti festival e stagioni concertistiche in Italia (Teatro dell’Opera di Roma, Accademia Nazionale di S. Cecilia, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Carlo Felice di Genova, Accademia Chigiana di Siena, ecc.), Spagna, Portogallo, Francia, Belgio, Germania, Austria (Wiener Konzerthaus), Olanda (Concertgebouw, Amsterdam), Croazia, Ungheria, Turchia, Messico, Colombia, Brasile, Argentina (Teatro Colόn, Buenos Aires), Uruguay, Cile e Stati Uniti (Lincoln Center, N.Y.). 

Ha inciso CD per Stradivarius, Bongiovanni, Opus 111, Capriccio, Naïve ed altre etichette. 

Si dedica alla musica del  seicento e del settecento ed in particolare a J. S. Bach, D. Scarlatti, G. F. Handel, ma anche alla musica moderna e contemporanea, che ha più volte eseguito in concerto.

Come flautista dolce, ha suonato per SAT 2000 e RAI RADIO 3 e si è esibito in diverse formazioni da camera per associazioni e festival: per l’A.GiMus, a Roma presso l’Accademia di Spagna, l’Auditorium del Museo degli Strumenti Musicali, alla Sala Baldini, alla Sala Petrassi del Parco della Musica e in varie altre città italiane.

È docente titolare di flauto dolce al Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara